Cardinale G. Seripando - Pro Loco Troia

Fotografia aerea: Leo Viscecchia
Troia
Title
Vai ai contenuti
Piazza San Marco d'Ecana
Nasce il 6 maggio 1493 a Tròja e muore a Trento il 18 marzo 1563. E' ordinato sacerdote nel 1513 ed eletto Vicàrio generale della Congregazione di S. Giovanni a Carbonara (Na) nel 1518. Papa Paolo III (1468-1549) lo nomina Vicàrio generale dell'Ord ine Agostinianonel 1538 e l'anno successivo, a Nàpoli, è eletto Priore generale, all'unanimità.
 
Il 13 dicembre 1545 prende parte al Concilio di Trento, diventa uno degli artefici, prepara le bozze del Decreto sugli errori presenti nella Sacra Scrittura, lavora sui problemi del peccato originale e della concupiscenza, collabora al Decreto sulla Giustificazione, raccoglie gli errori dei Protestanti circa i Sacramenti, compila i 29 artìcoli sugli errori della Riforma Luterana. Il 15 maggio 1554 è consacrato Véscovo e nello stesso anno riceve il Pàllio arcivescovile.
 
Nel 1554 promulga le Costituzioni Sinodali. Papa Pio IV (1499-1565), nel 1560, lo chiama a far parte del Tribunale d'Inquisizione. L'anno successivo è nominato cardinale. Muore a Trento, durante i lavori conciliari, professando di essere "nella Chiesa, della Chiesa, per la Chiesa". Il monumento, posto in Piazza San Marco d'Ecana, viene inaugurato il 16 novembre 1952 alla presenza di S.E. mons. Van Lierde, agostiniano sacrista del Papa. Il busto marmoreo è realizzato dalla Ditta E.M.I.L. di Massa Apuana. Sulla lastra frontale è scritto: Card. Girolamo Seripando il legato pontifìcio al Concilio di Trento / a / ricordo del IV centenario / 1545-1945 / i concittadini / anno Santo 1950.
INFORMAZIONI
kdkgkdrgm dgkdgn sigs gsgsrfsf sksk
gflmgkzmkzmgkzmgk
gsggsg gsg g g  da
gdgdgdg d d dg dd d  
ddg z
Torna ai contenuti