Casa natale famiglia de' Pazzis - Pro Loco Troia

Fotografia aerea: Leo Viscecchia
Troia
Title
Vai ai contenuti
Casa natale Famìglia de' Pazzis, XV sec.
 
Via Regina Margherita, 161
 
 
Probabilmente, la famiglia de' Pazzis (o meglio de' Pazzi o Pazzi) potrebbe essere quella stessa che nel 1478 si levò, insieme ad altri congiurati fedeli al Papa, Sisto IV (1471-1484) e al Rè di Napoli, Ferdinando I d'Aragona  (1431-1494), contro Lorenzo (1449-1492) e Giuliano de' Medici (1453-1478) a Firenze. Operante a Roma come banchieri, dopo la congiura i de' Pazzis verranno banditi da Firenze. Si sa che agli inizi del XVI sec. viveva nella nostra Città "Ettore, over Masi, de' Pazzi, detto majale", uno dei 13 cavalieri italiani della Disfida di Barletta (1503), detto, poi, Miale da Tròja. Ettore ebbe un figlio di nome Basileo che svolse la professione di dottore e avvocato fiscale di Capitanata.
 
La struttura di casa de' Pazzis si presenta stravolta e di modesto valore architettonico. Resta il portale di ingresso nella corte, anch'essa interamente modificata nel tempo.
 
Una lapide, posta a perenne ricordo sulla facciata, recita così: "Ad Ettore De Pazzis soprannominato Miale che con romano eroismo alla sfida di Barletta Febbraio 1503 dall'onta della tracotante superbia francese l'onore e la gloria della vilipesa Italia col sangue rivendicò a ricordo della casa dove nacque il prode cittadino il Popolo di Tròja Q(ui) M(emore) P(ose). 18 luglio 1878.
 
INFORMAZIONI
kdkgkdrgm dgkdgn sigs gsgsrfsf sksk
gflmgkzmkzmgkzmgk
gsggsg gsg g g  da
gdgdgdg d d dg dd d  
ddg z
Torna ai contenuti