Cella di S.Antonio - Pro Loco Troia

Fotografia aerea: Leo Viscecchia
Troia
Title
Vai ai contenuti
(fuori le mura a borea a nord-ovest)
 
 
Lo "Scadenzario" di Federico II (1194-1250) non registra nè una chiesa e nè una cappella dedicata al Santo, però si sa che nel Sinodo di mons. Pròspero Rebiba (1561-1592), tenute il 26 settembre 1567, si parla di un "Beneficiarius sancti Antonii de Pàdua de Troia", elencato tra i nomi di coloro che intervennero al Sinodo. In seguito, nelle visite Pastorali dei vescovi, si parla di una "Ecclesia extra moenia".
 
Attualmente chiusa al culto, la chiesetta o cella, che aveva anche un vano sagrestia e un romitorio, conservava la statua in legno di Sant'Antonio (attualmente venerata nella chiesa di Giardinetto) dello sculture Giacomo Colombo (1663-1731)
 
INFORMAZIONI
kdkgkdrgm dgkdgn sigs gsgsrfsf sksk
gflmgkzmkzmgkzmgk
gsggsg gsg g g  da
gdgdgdg d d dg dd d  
ddg z
Torna ai contenuti