I Settori - Pro Loco Troia

Fotografia aerea: Leo Viscecchia
Troia
Title
Vai ai contenuti
TUTTE LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLE SUCCESSIVE SEZIONI (Monumenti, Palazzi e Chiese) SONO TRATTI DAL LIBRO: "Tròja - guida alla storia, all'arte, al folklore, alle manifestazioni religiose e culturali, alla cucina" -di GIOVANNI GUADAGNO edito da DAUNIASTUDI - 1^ edizione - 1998. Piantina di riferimento realizzata dall'artista Rossella De Palma.
Dalla piantina si possono evidenziare i diversi settori nella quale è stata divisa. Nella successiva immagine, gli altri due settori he contengono le zone più recenti e dove si è sviluppata la città di Troia in quesi ultimi decenni.

PRIMO SETTORE: sono ricompresi nel settore i seguenti beni: Ciesa S.Basilio Magno, Chiesa di S.Francesco, Monumento al Card. Seripando, ex Castello Normanno, Chiesa di S.Andrea apostolo in S.Anna, ex Cella di S.Antonio.
SECONDO SETTORE. Sono compresi nel settore i seguenti beni: Basilica Cattedrale, Tesoro Basilica Cattedrale, Palazzo Vescovile, MUseo Diocesano, Chiesa dell'Addolorata, Torre Civica, Chiesa di S.Giovanni al Mercato, Chiesa di S.Giovanni di Dio, Porta della Canfora, Porta del Contestabile, Palazzo Pirro, Palazzo Siliceo, ex Chiesa dei Morti o Morticelli, Palazzo Varo, Piazza S.Croce, ex Chiesa dell'Annunziata, Casa natale De' Pazzis.
TERZO SETTORE. Sono compresi nel settore i seguenti beni: Palazzo D'Avalos, Museo Civico, Monumento ai Caduti, Monumento a Salandra, Chiesa S.Vincenzo Martire, ex Chiesa S. Leonardo, Palazzo dei Gesuiti o dei Lombardo.
QUARTO SETTORE. Sono compresi nel settore i seguenti beni: Chiesa di Maria Santissima Mediatrice, Chiesa di S.Domenico, Palazzo San Domenico, ex Chiesa delle Croci, Croce Viaria, ex Cappella di s.Maria delle Grazie, ex Chiesa e convento di S.Bernardino da Siena.
QUINTO SETTORE. Sono compresi nel settore i seguenti beni: Chiesa di S.Secondino, Monumento alla Pace,  ex Chiesa dio S.Marco Evangelista.
INFORMAZIONI
kdkgkdrgm dgkdgn sigs gsgsrfsf sksk
gflmgkzmkzmgkzmgk
gsggsg gsg g g  da
gdgdgdg d d dg dd d  
ddg z
Torna ai contenuti